Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Tutti i DJ, Vocalist e Performers della stagione 2017

ARTISTI

RICK GARRETH

MASSIMO BUGANE'

DJ

“da vent’anni sulla scena notturna dell’entroterra romagnolo”

Massimo Buganè, classe 1970, una vita spesa per la musica, vent’anni passati con le mani sui giradischi. Ma andiamo per ordine: nasce a Lugo in provincia di Ravenna, e fin dai suoi  primi attimi di vita, il suo cuore comincia già a battere in 4/4. Appassionato di musica fin da piccolo è un divora tutto a livello musicale, si appropria del primo “mangiadischi” marca Geloso del suo papà e non lo molla più… dalla metà degli anni settanta le sue orecchie cominciano ad essere educate da tutto quello che gli passa per le mani, in quel tempo erano i 45 giri dei genitori che la facevano da padrone (Beatles, Rolling Stones, Bob Dylan, Mamas and Papas ma anche i grandi Celentano, Mina, Battisti, Morandi e via via). Ma alla fine degli anni 70 alla TV si cominciava a parlare di un film, protagonista un tipo leccato, con la camicia nera dal colletto enorme e la giacca bianca, un certo Tony… Tony Manero… e grazie a lui fu amore a prima vista con… la Disco Music! Da quel momento la Disco entrò inconsciamente nella sua vita portandolo a consumare di nascosto tutti gli audiotape della sorella più grande fino alla metà degli anni ottanta quando in società con un amico comprò il suo primo mixer e suoi primi giradischi “Lenco” che ai tempi erano gli unici che permettevano di regolare la velocità di un disco. Sentiva parlare di locali, discoteche che in quel periodo erano in voga prima di tutte la Baia degli Angeli, ascoltava mixtape dei grandi Dj di quegli anni come Moz-Art e Baldelli prima, Pier del Vega e Gianni Parrini poi, comprava dischi 12” e organizzava festini per i suoi coetanei solo per potersi esibire come Dj.

Verso la fine degli anni 80 ha finalmente la possibilità di esibirsi nel suo primo locale, il “Tino Club” di Massa Lombarda dove muove i suoi primi passi a livello professionale fino al 1990, quando il locale decide di chiudere. Nel 1992 inizia la sua collaborazione con il Cap Creus di Imola, legame che si protrarrà fino al 2001. In questi 10 anni circa, Massimo, si appassiona alla Black Music, seguendo artisticamente il filone Hip Hop, R’n’B e Acid Jazz che in quegli anni la fanno da padrone nei locali alternativi. Comincia anche a esibirsi dal vivo come “rapper” e produttore, assieme a svariati progetti Hip Hop, quello di più rilievo è il progetto Tribù Locale che lo portò a contatto col mondo discografico. E’ stata l’occasione per essere ospite al Roxy Bar da Red Ronnie e sul palco di alcune manifestazioni organizzate da MTV dividendo il palcoscenico con personaggi come Neffa e Frankie Hi-NrG Mc. Attraverso questo decennio, lavora come Dj durante l’estate allo Zorro di Pinarella di Cervia e all’NRG di Cesenatico, ma è nell’estate del 1998, che arriva qualcosa di inaspettato, un amico lo propone per mettere musica in un piccolo stabilimento balneare di Marina di Ravenna durante l’Happy Hour. Fu così che in poco tempo col passaparola, questo evento in spiaggia crebbe fino a tal punto da contare migliaia di presenze danzanti ogni weekend, forse il primo evento musical-balneare, conosciuto a livello nazionale; stiamo parlando della “Duna degli Orsi”... Massimo lega il suo nome a quello della “Duna” per ben 4 estati e continua a lavorare durante l’inverno al Cap Creus, che nel frattempo riscuote ulteriore successo per la serata infrasettimanale del mercoledì, il “GoodyGoody”.

Nel 2002, Massimo comincia a uscire dalla provincia, lavorando qualche serata al Cenerentola e al neonato Joia di Rubiera (RE), e lascia le consolle del Cap Creus e della Duna. E’ arrivato il momento di cominciare a muoversi. E’ un momento di grande fermento nella sua zona, stanno nascendo nuove interessanti realtà. Insieme ad un amico e collega, Mauro del Principe da vita ad uno dei più begli aperitivi che la zona di Ravenna ha mai conosciuto, il Barcelona a Bagnacavallo (2003) che contava ogni domenica pomeriggio ben oltre il migliaio di presenze. Massimo lega il suo nome al Barcelona per 2 stagioni lavorandoci di Venerdì e di Domenica. Lavora in questo periodo anche al Movida di Faenza ogni sabato.

Nell’estate del  2005 approda come resident alla consolle del Matilda di Marina di Ravenna, uno dei locali più in vista della riviera ravennate, lavorando con colleghi del calibro di Robert-Eno e Luca Cassani. Durante la stagione invernale invece da vita insieme ad un gruppo di amici al “Cinquesensi” di Imola, che nonostante sia stata una meteora, resta un fenomeno di cui ancora nell’ambiente c’è uno splendido ricordo. Del Cinquesensi, Massimo, è anche direttore artistico oltre che resident Dj, alternandosi in consolle con colleghi come Robert-Eno, Massimo Padovani, Marco Ossanna e Cristian Marchi.

E stiamo arrivando ai giorni nostri, estate a Marina di Ravenna tra Matilda (2006 e 2008) e Hemingway Cafè (2007) inverno Cinquesensi (2006/07) e Le Scimmie (2007/08) ma esplora anche altre consolle come quella dell’Anteprima (SportArea a Imola) e dello street bar Casablanca (Milano Marittima) con qualche puntatina in spiaggia al Donna Rosa 38 (Marina di Ravenna 2007) e al MarinaBay (Marina di Ravenna 2008). Nell’estate del 2007 lavora anche a Formentera al Neroopaco a EsPujols.

Nella stagione invernale 2008/09 la strada di Massimo incontra il Club Pineta di Milano Marittima dove si alternerà nelle serate di sabato, continuando la sua collaborazione con Le Scimmie di Faenza il Venerdì.

La collaborazione con il Club Pineta si interrompe la stagione successiva 2009/10 quando si propone la possibilità di entrare a far parte dello Staff della nuova gestione del Baccara di Lugo (RA). Ovviamente Massimo accetta la sfida e la vince, perché nelle tre stagioni invernali successive, il locale, dove Massimo è DJ Resident, si conferma realtà di riferimento del ‘Nightclubbing’ della zona, affiancandosi alla consolle con DJ e producer di fama come Stefano Gambarelli, Rudeejay e molti altri, sempre affiancato da vocalist molto affermati come Vince e Dany Gattelli.

In queste tre anni, durante le stagioni estive, Massimo continua la collaborazione con il Matilda di Marina di Ravenna ottenendo la residenza della consolle nella stagione 2011, mentre parte della rotazione nelle altre. Oltre al Matilda, Massimo si alterna alle consolle di altri locali come il Coconuts di Rimini, il Pascià di Riccione, il Byblos di Riccione, la Villa delle Rose di Riccione, il BBK di Marina di Ravenna oltre alle spiaggie Singita, Donna Rosa e Lucciola sempre a Marina di Ravenna.

Nelle ultime stagione 2012, 2013 e 2014, Massimo, oltre alle collaborazioni costanti con il Matilda di Marina di Ravenna, è DJ resident insieme a Matteo Strocchi della consolle del Giradischi di Faenza di venerdì mentre si alterna ad altri artisti di Sabato alla consolle del privè del Peter di Riccione.

Iscriviti qui
per essere informato di tutti i nostri eventi..

MATILDA DISCO

 Address

Viale delle Nazioni 180

MARINA DI RAVENNA (RA)
ITALY

Phone
0544.530239

Mobile
333.82841.41

Search